Risciacquo Acido – Acido Citrico e Must Have

Ho conosciuto l’acido citrico poco dopo essere diventata mamma,perchè scoprii che poteva essere usato come ammorbidente per i capi del neonato,senza lasciare profumi troppo pungenti o creare allergie ed irritazioni alla delicata pelle del bambino.

Alcuni mesi dopo,grazie ad OgniRiccioUnBioCapriccio, iniziai ad usarlo anche come risciacquo acido per i capelli dopo lo shampoo.

Sui capelli ha veramente molteplici proprietà,li  lucida e li ammorbidisce ed è particolarmente utile per chi presenta una chioma arida e sfibrata. Inoltre ha anche proprietà sebo riequilibranti ,ristabilendo il ph del cuoio capelluto ne regola l’acidità, risultando molto utile anche nel caso di forfora. Aiuta con il fastidioso effetto crespo
Lo preferisco all’aceto perchè è meno inquinante e gli effetti sono visibili fin dalla prima applicazione.

Io soffrendo di cute grassa lo utilizzo quasi ad ogni lavaggio perché, oltre a disinfettare la cute, va a riequilibrare l’eccesso di sebo, ripristinando un corretto ph. L’azione riequilibrante è determinata dalla correzione del livello di acidità. Di conseguenza, nel caso di desquamazione della cute e forfora, il risciacquo acido avrà un effetto curativo e preventivo sulla comparsa di questa problematica. Svolge inoltre una funzione antibatterica, astringente e antisettica.

Risciacquo Acido già Pronto

In commercio ce ne sono molti già pronti dei brand che trovate sul sito. Per esempio Acidella di Parentesi Bio, Tiziana di MySezioneAurea o il risciacquo acido al geranio rosa di MaterNatura.

Molto particolare è quello proposto da Quantici Licium, i Juice,che hanno una consistenza cremosa e varie funzionalità e proprietà. Possiamo definirli sieri acidi ricchi di estratti e vitamine, pensati per diversi tipi di capello.Preparano il capello allo styling ed alla asciugatura. La loro particolarità è che non contengono olii quindi possono essere usati da tutti i tipi di capelli più volte durante la settimana, anche tra un lavaggio e l’altro.

Molto interessante il fatto che possano essere aggiunti alle miscele di erbe tintorie o ristrutturanti perché texturizzano la pastella aiutando nella stesura e nella posa senza alterarne l’efficacia, ma soprattutto mascherano l’odore erboso! Io però non ho ancora mai provato,voi?

Ricette

Questi sono utili,pratici e comodi perchè pronti all’uso,ma la ricetta per creare il risciacquo acido con l’acido citrico è molto semplice. Ce ne sono diverse,io prediligo questa,scoperta sempre grazie ad OgniRiccioUnBioCapriccio:

– 500 ml di acqua fredda

– 100 gr di acido citrico in polvere.

Riempire la bottiglia d’acqua, chiudere ed agitare finchè la polvere non risulterà disciolta. Prelevare un cucchiaio di questa soluzione ottenuta e diluirla in un altro mezzo litro di acqua, che è quello che userete per fare l’ultimo risciacquo prima di uscire dalla doccia.
Ma io lo so che voi volete anche la ricetta per l’ammorbidente 🙂

– 150 gr di acido citrico

– 1 L di acqua

Anche qui mescoliamo fino a che l’acido citrico non si sarà completamente disciolto. Se non ricordo male questa stessa soluzione può essere usata anche come brillantante per la lavastoviglie, ma sicuramente è un ottimo anticalcare.

Sul sito trovate l’acido citrico di BioErmi, un brand di Allegro Natura e anche il percarbonato, un altro valido alleato per essere più green anche nelle pulizie di casa 🙂

Via aspetto,come sempre,sul nostro gruppo, 4Chiacchiere Con 4Bio, per sapere voi cosa utilizzate e preferite 🙂

Be the first to comment “Risciacquo Acido – Acido Citrico e Must Have”

[]